La donna serpente
Fiaba teatrale tragicomica in due atti ovvero dall’ignoto deserto della Cina al vasto regno d’Eldorado, occulto al mondo tutto
In scenaGiovedì 15 febbraio 2007 ore 21.00
RegiaGiuseppe Emiliani
CompagniaCompagnia di Teatro I Fratellini Associazione Culturale Vortice, Teatro Metastasio Stabile della Toscana, Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni
Notemusiche di Uri Caine
DescrizioneRe, principi e fate, maledizioni ed incantesimi che si snodano fra Oriente e deserti, ma anche Pantaleone , Brighella e Truffaldino che raccontano al pubblico i retroscena della vicenda: riusciti meccanismi di meteateatro connotano questa gradevolissima fiaba teatrale, scritta da Gozzi nel 1762. In essa convivono linguaggio aulico e da commedia dell’arte, si mescolano sogno e scena, illusione e realtà quotidiana: Gozzi è abile a mutare continuamente il ritmo cadenzato della fiaba, alternando compressione ed esplosione, ironia comica e tensione drammatica, mondo delle maschere e personaggi aristocratici. E’ compito e privilegio dello spettacolo teatrale - con la sua effimera durata e la manifesta finzione scenica - esibire i valori alternativi a quelli rappresentati nel "mondo". Davvero il contrario del realismo goldoniano... Eppure… La donna serpente porta in scena una comicità amara, una vicenda umana nascosta sotto la meraviglia e la commedia, con una nota ironica particolarmente attuale ed accattivante.
Immagini [10]"

 

 

Copyright 2002 - Comune di Casalmaggiore - 23/4/2018