Nella Cenere
liberamente ispirato a Cenerentola
In scenaMartedì 14 febbraio – ore 10.00
RegiaGiovanna Facciolo
CoreografiaScene: Roberto Crea. Costumi: Elena Cavaliere e Stefania Virguti. Luci: P. Summonte. Audio: F. Rispoli.
Interpreti principaliAdele Amato de Serpis, Valentina Carbonara, Cristina Messere
CompagniaI Teatrini
NoteScuola Primaria
DescrizioneDalla famosa scarpetta ad un mare di scarpe. Scarpe dappertutto. Questa Cenerentola vive tra cenere e polvere, dorme arrotolata nel pentolone del focolare, e lì sogna. Sogna di andare al ballo, di uscire da quell’inferno dove ha perso tutto. Sogna di riscattarsi da quella cenere che cosparge la sua esistenza, dalla sua condizione di sfruttata e dimenticata, da quelle terribili sorellastre che la costringono a sottostare ad ogni loro volere, secondo le regole del sempiterno bullismo, che come in ogni epoca, ruba ciò che non ha, sfruttandolo e umiliandolo. Cenerentola è tutto quello che le sorelle non hanno: è sensibile, paziente, piena di grazia. Una grazia che viene dal cuore, che è la sua bellezza, la sua forza. Con l’aiuto della madre-fata Cenerentola risorge dalle sue ceneri, è proprio il caso di dire: dal pentolone nascerà una magnifica carrozza e dalle ragnatele un bellissimo vestito. Cenerentola andrà al ballo: per lei ricomincia una nuova vita che le renderà giustizia, dove sarà amata, stimata, apprezzata. Cenerentola è la fiaba più diffusa nel mondo. Ne esistono infinite versioni, la più antica sembra essere quella cinese.

 

 

Copyright 2002 - Comune di Casalmaggiore - 23/10/2018