Traviata
GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DANZA
In scenaVenerdì 29 aprile 2016 - ore 21.00
RegiaMonica Casadei
CoreografiaMonica Casadei
CompagniaCompagnia Artemis Danza / Monica Casadei
Note" scene, luci e costumi Monica Casadei, assistente alla coreografia Elena Bertuzzi, musiche Giuseppe Verdi elaborazione musicale Luca Vianini - drammaturgia musicale Alessandro Taverna, coproduzione Fondazione Teatro Comunale di Ferrara con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia Romagna-Assessorato alla Cultura, Provincia e Comune di Parma "
DescrizioneTraviata è il primo capitolo del progetto dedicato a Giuseppe Verdi da Monica Casadei. E’ una Violetta contro tutti; in bianco come speranza di purezza, in rosso perché le sanguina il cuore. Dietro le feste il marciume di una società in vendita, vuota, scintillante. Addio, del passato bei sogni ridenti. Perché non si è pura siccome un angelo. Questa donna conoscete? Amami, Alfredo… Un viaggio in cui vibra il sentimento amoroso di chi spera, pur sapendo che tutto finisce, mentre si consuma il conflitto tra singolo e società. Traviata si lega nella memoria ad arie, musiche, storie, teatri, a partire dalla fonte dell’opera verdiana; La Dame aux camélias di Alexandre Dumas figlio. Una storia, scriveva, che ha un solo merito: “quello di essere vera”. E’ la società reale con il suo conformismo di copertura che pulsa nelle pagine del romanzo che diventa prima dramma teatrale, poi opera lirica, poi balletto. Da Eleonora Duse a Sarah Bernhardt, da Maria Callas a Alessandra Ferri, Marie/Marguerite/Violetta con la voce, il canto o l’emozione del corpo che danza ha fatto piangere intere generazioni. La lettura della Casadei è un urlo di disperazione, un grido di solitudine, in una Traviata molto femminile nella quale la partita non si gioca sulla decorazione, ma sull’esplodere di un’energia fisica di dolore specchio dell’anima.

 

 

Copyright 2002 - Comune di Casalmaggiore - 25/4/2018