Mettiteve a fa l'ammore cu'mme!
In scenalunedì 10 gennaio 2005 - ore 21
RegiaArturo Cirillo
CompagniaNuovo Teatro Nuovo
Notedi Eduardo Scarpetta
DescrizioneEntrare con il proprio corpo, e forse anche con un senso di estraneità, nella tradizione del teatro napoletano. Lazzi, giochi frizzi e parole che riempiono la bocca e le orecchie, di suoni arcaici, ridondanti, che a volte sfiorano quasi l’assurdo. Parlare d’amore con leggerezza e semplicità come se fosse qualcosa di sano, o perlomeno sanabile. Un amore ancora infantile e d’altri tempi, gretto e ironico, un atto naturale e quasi animale racchiuso nei codici della piccola borghesia dell’ottocento. Gli ingredienti: un testo giovanile di Scarpetta, dall’andamento quasi mozartiano, lieve e infantile, un carillon. Una compagnia non rigorosamente napoletana, anzi felicemente spuria, variegata ma si spera non discordante. Una scena mobile, a metà tra il carretto dei comici e la carrozzella dei bambini. Costumi imbastiti percorrendo il difficile solco della tradizione e il suo naturale tradimento. Un unico tema musicale per pianoforte, a volte eseguito in tempo di tango altre volte a tempo di valzer, più volte ritornante come la Sonata di Vinteuil di proustiana memoria; un linguaggio all’epoca definito “tra il barbaro, l’ibrido e l’ostrogoto”, e che oggi forse può esser solo citato. Primo movimento: uno sguardo da lontano, senza voler andare a cercare ciò che ormai non sarà più, ma sperimentando cosa ancora potrebbe essere, senza paura di poterci ritrovare nel vuoto e nel non senso. Scopriremmo, magari, che dietro una maschera ce n’è un’altra, e poi un’altra ancora… o magari scopriremmo tutt’altro. Arturo Cirillo
Immagini [2]"

 

 

Copyright 2002 - Comune di Casalmaggiore - 23/10/2018